Che bello avere due zie come Gata e Susina...vi voglio bene ...
ma a dir la verità io non assomiglio a nessuno dei draghi qua sotto...
Oddio...stà a vedere che non sono un drago??!!
:((( e allora cosa sono...?
Amarantha

********
ecco : mi "ci" mancava una dragonessa in crisi di identità!:))) hihihihi...

L'argomento, è noto, mi affascina alquanto......
Appena ho letto i post di Valverdina e di Gata, mi è venuto in mente un libro che il grande (in tutti i sensi) Rubeus Hagrid mi regalò per il mio 150 compleanno "Dragologia applicata: Origine dei draghi e classificazione per specie", autore, Albus Silente .....
Dopo una lunga caccia al tesoro, e qualche incantesimo per far ritrovare le cose riposte, mi è riapparso sotto il naso ...... così ho inforcato gli occhiali e ho cominciato a sfogliarlo ...
Un bel tomone di 1700 pagine con tanto di disegni dai colori vivaci...
Vi riporto quì un piccolo assaggio delle specie principali nonchè qualche fotografia....

Dorsorugoso Norvegese
Il Dorsorugoso Norvegese (Norwegian Ridgeback) si contraddistingue dagli altri esemplari perchè non'è spinoso, è nero ma come tutti i suoi simili, sputa fuoco dalla bocca. E' chiamato in questo modo dalle placche che ha sulla schiena. Ha dei pericolosissimi aculei e vive in Norvegia.

Verde Gallese Comune

Il Verde Gallese Comune, conosciuto col nome Gallese Verde, è un drago che vive nel Galles e ha la corazza di un verde molto chiaro.

Grugnocorto Svedese

Il Grugnocorto Svedese (Swedish Short-Snout) è di colore blu tendente al grigio , è molto bello ma nervosetto... Vive in Svezia.

Ironbelly Ucraino

L'Ironbelly Ucraino (Ukrainian Ironbelly) pesa 6 tonnellate, quindi è il più maestoso fra tutti i draghi. Non è molto veloce ma assai pericoloso. Ha un colore grigio piombo e gli occhi rosso sangue. Proviene dal Mar morto.

Lungocorno Rumeno

Il Lungocorno Rumeno (Romanian Longhorn) è di colore verde-azzurro, ha lunghe corna color oro con le quali infilza la sua preda per poi arrostirla. Con le corna, pestate in un mortaio, si possono ottenere magiche pozioni. Questa specie è ora protetta perchè in passato ne erano stati sterminati tantissimi per rubarne le corna a scopo magico.

Nero delle Ebridi

Anche il Nero delle Ebridi (Hebridean Black) è originario della Gran Bretagna ma è molto più aggressivo del cugino gallese. E' un esemplare molto lungo, si dice nove metri, ha delle scaglie ruvidissime e occhi viola. Le ali sono simili a quelle di un pipistrello.

Petardo Cinese

Il Petardo Cinese ovviamente proviene dalla Cina. E' di colore rosso e molto pericoloso.

Ungaro Spinato

L'Ungaro Spinato (Hungarian Horntail) è molto raro, molto pericoloso e agressivo. Viene chiamato così a causa delle lunghe spine che ricoprono gran parte del corpo.

stuzzicata dalla lettura del magnifico post precedente della cara streGatta collega...oggi...uhmmm ..mi piacerebbe potervi mostrare dove sono i draghi che stanno intorno a noi. Però per un antica Promessa e un Patto d'onore stipulati con Essi ..non posso mostrarvi le foto e svelarvi il segreto, diciamo che ve ne posso solo accennare!:))
Se avrete fede e occhi limpidi (segno di un cuore Puro e fanciullesco) sono sicura che presto li vedrete anche voi e che Essi si manifesteranno e vi parleranno!
Come per il Piccolo Popolo anche per i Draghi vige la regola che il loro mondo sta fra il nostro e quello di Mezzo,un po' in contatto come se spazio e tempo e altre dimensioni si sovrapponessero e separassero in un "continuum sempre in divenire " ...
Se posso usare un'immagine ad esempio è come guardare da lontano una persona che stia in acqua accanto ad una cascata e che entri ed esca nel flusso della cascata ... da fuori noi vediamo la persona solo quando riemerge dal gorgo dell'acqua ma essa è sempre presente ... è celata a noi solo dalla presenza dell'acqua ma c'è! Se poi la persona indossa vesti cangianti del colore dell'acqua non riusciamo proprio a scorgerla neanche quando riaffiora!
Così è per i draghi ... Essi sono immensi e presenti ,ma si "miscelano" e nascondono molto bene nel paesaggio e solo in brevi momenti e in particolari condizioni possiamo vederli, mentre trasmutano la loro essenza e passano dal loro mondo parallelo al nostro(spero di essermi ben spiegata!).
I draghi son di varie "razze" o meglio "appartengono" a vari elementi e così abbiamo i Draghi di Terra, d'Acqua, d'Aria e di Fuoco..e altro ancora ;))
Come si può immaginare essi vivono e si permeano/celano nel proprio elemento ...quindi "cercherete" un drago di fuoco nel fuoco , un drago d'aria nell'aria..ecc...
Possono essere così grandi che noi ne scorgiamo solo un particolare... un'ala, una squama ,un'occhio... solo a volte li vediamo interi e a dimensioni per noi recepibili : quelli sono i loro cuccioli che si mostrano a noi più volentieri e sempre eludendo il controllo dei genitori!
Nella mia vita ho avuto il grande onore di vedere solo due draghi di terra , questi erano dormienti e silenti ...ma il battito del loro cuore e i loro sogni erano (per miracolo?)giunti fino a me ed entrati in empatico legame con la mia mente e grazie a questo "contatto casuale" ho potuto vederli.
Sono riuscita poi a raggiungere il luogo dove essi dimoravano e ho toccato per un attimo una porzione del loro dorso entrando in contatto ...E' accaduto solo una volta e da allora sono rimasta "attaccata" e mi sono posta fedele al loro servizio, senza svelare mai ad alcuno il luogo dove Essi riposano ancora.
Poi anni dopo per altre vicissitudini ho incontrato un drago d'aria , una dragonessa arancione a nome Amarantha e tempo dopo ho conosciuto il suo compagno un magnifico drago azzurro a nome Karuna...
Per Loro espresso volere ho avuto il permesso di parlarne e ogni tanto nella loro immensa benevolenza Essi si mostrano a me ... spesso mi dicono che il tempo dei draghi sta per tornare e che sarà molto decisivo per il futuro della nostra razza (noi umani) il nostro comportamento verso la natura ... ma non vogliono mai dirmi che cosa accadrà se dovessimo fallire in quella che sarà la nostra ultima possibilità di salvezza!
Quindi voi streghette buone e voi gente dal cuore puro , pieno d'amore e rispetto per la natura ...state attenti alla chiamata che verrà dai draghi, ascoltateli ...perché sarà molto importante riallacciare l'antica alleanza...


Immagine presa da qui ^__^

Ho detto una volta ad un Amico di credere nei Draghi, anche se non li ho mai visti se non nei film e in qualche mio sogno...

Non se ne è mai trovata traccia; dagli scavi sono sempre venuti fuori "solo" dinosauri & C. ... ma nessuno mi toglie l'idea dalla testa che magari, sepolti nella terra nascosta sotto lo strato di ghiaccio secolare che ricopre le terre antartiche ci siano i loro resti...
E se invece, quelli che vediamo ricostruiti nei musei di storia naturale, fossero PROPRIO loro??!!!
Oppure, ancora più incredibile... se i Dinosauri stessi fossero i discendenti dei Draghi?!
Chi può dire il contrario?! :DDDD

Vabbè... da Strega quale mi piace credere di essere, sogno di vedere un giorno una di queste bestie immense solcare i nostri cieli... certo, sarebbe uno spavento immane per noi piccoli essere indifesi... e magari ci farebbe bene, ci farebbe riscoprire l'umiltà delle piccole prede, costrette a cercare rifugio nel primo buco che capita a tiro, invece di pavoneggiarci a destra e a manca di quanto siamo evoluti, intelligenti e "grandi"... io, personalmente, me la farei sotto e la scopa resterebbe ben nascosta vicino al camino in attesa di voli ben più tranquilli ma... insomma, sono belli, maestosi, terribilmente pericolosi e assolutamente degni del nostro rispetto! :)

Che bello vederli dare una bella lezione, per esempio, ai cacciatori!

T'arriva nel bosco uno di questi "sportivi", ti vede smuovere un cespuglio, prende la mira, credendo ci sia un cervo e... BUM! Il rinculo del fucile lo manda a gambe all'aria e si ritrova sulla pancia un artiglio di drago rosso.... con occhi fiammeggianti che si lecca la bocca con la sua lingua infuocata!!! :DDDD
E il cervo che se la ride nascosto dietro le sue zampe!!! ^_______^

"Oh! Che fai Messer Cacciatore nel mio Bosco?!" - "Nn---nnn-nulla, Drago Rosso, nulla di che..." tremante e sudante dice il cacciatore sventurato - "Non mi sembra esattamente un nulla di che, infastidire un cervo indifeso, non ti pare??!!" - "S-s-s---ssi, è vero... non lo farò più lo prometto, se mi lasciate andare, correrò subito al Circolo di Caccia a dire che ci siete voi ora Drago Rosso a difendere gli animali... vi prego!" - "mmm... fatemi pensare, caro Messer Cacciatore... - giocherellando con la punta dell'artiglio sulla pancia del cacciatore - vediamo... se mi promettete sulla vostra stessa vita (che giurar su quella degli altri è sempre meglio evitare) che non andrete MAI PIU' a caccia per diletto, vi lascerò libero di tornare a casa e di avvisare i vostri colleghi cacciatori e... dovrete anche d'ora in avanti, provvedere al mio sostentamento, portando ogni mese almeno 100 capi di bestiame!"
Messer Cacciatore strabuzza gli occhi incredulo... 100 capi???!!! "Ma come - osa ribattere al Drago Rosso - a me e ai miei amici impedite la caccia e voi invece vi sollazzerete lo stomaco con tutte le nostre bestie al pascolo?!!!" Il Drago Rosso gli si fa vicino vicino con l'occhio destro, la sua immensa pupilla oblunga quasi a contatto con la guancia del cacciatore - il quale rimarrà ustionato a vita dal calore emanato dall'occhio - e gli sussurra, con un profondo ringhio gutturale "Sì, mio caro Messer Cacciatore... tutte le bestie che voi miseri, inutili esseri umani fate accoppiare a ritmi sfrenati, fate svezzare senza alcun rispetto dei tempi naturali, ammazzate nei vostri orribili macelli, fate ammorbare l'aria con le loro fetide deiezioni... sì, VOGLIO mangiare quelle bestie, perchè a me non faranno male, non faranno venire alcuna malattia, non storpieranno la mia discendenza... ma vi lascerò allevare, se lo farete col dovuto amore e rispetto per la vita, i giusti capi di bestiame per il vostro sostentamento, come facevano i vostri antichi discendenti... reimparerete che la carne non è il vostro alimento principale, che si può crescere sani e forti anche con altri cibi, anch'essi coltivati nel rispetto del ciclo naturale delle stagioni e senza quelle schifezze che ci mettete dentro, sopra e di sotto... Ora ti lascerò andare, mio caro Messer Cacciatore, ma ci rivedremo tra 10 anni... stai certo che ti saprò ritrovare, ovunque tu vada, e se tutte le mie richieste non saranno state esaudite, quest'artiglio andrà ben oltre il solletico!"

AAAAAAAaa..... che belli di Draghi!

C’è una bellissima leggenda che racconta che all’inizio, l’essere umano era maschio e femmina insieme, nella stessa persona. Questo essere era così perfetto, che rischiava di superare la divinità in intelligenza, forza, intuizione.
La divinità, preoccupata, decise di dividerlo in due parti, maschi e femmine. Da quel giorno ogni uomo è costretto a cercare la sua donna, la sua metà e quando trova quella giusta raggiunge la perfezione e diventano una cosa sola e perfetta.
Amo questa leggenda, perché descrive cosa significa per me essere donna o essere uomo: insieme si può raggiungere la perfezione, la divinità.
Ad un certo punto però questo essere diversi e complementari insieme si è perso, ad un certo punto in questo strano percorso che si chiama storia l’essere femmina è diventato un reato, anzi peggio, un peccato.
Da parte importantissima della coppia, l'altra metà del cielo, la metà della mela, ecc. ecc. tutto ciò che noi rappresentiamo ha acquisito una valenza negativa: essere “sensibili” avere un “sesto senso”, essere “intuitive”, tutte queste potenzialità hanno acquisito una valenza negativa.ciò che siamo diventa pochezza, stupidaggine, imbarazzante “donnicciole”. Siamo diventate streghe.
Peccatrici, pericolose, uccelli notturni che fanno del male al povero maschio indifeso tra le nostre malefiche arti magiche.
Dolcezza, sensibilità, intuizione, sesto senso, hanno salvato per millenni la nostra specie dall’estinzione, allo stesso piano della forza fisica, delle guerre e della caccia.
Intuire che le piante possono essere mangiate, che possono servire per curare, che si possono riprodurre e rimpiantare, sono scoperte tipicamente femminile, così come i fuoco, l’immaginazione, l’intuizione della divinità ovvero di un qualcosa di superiore che non finisce con la vita.
Alla pari del maschio, abbiamo portato la nostra specie alla capacità di pensiero, all’intuizione di strategie e di soluzioni dei problemi che la natura ci ha proposto in questo milione di anni.
Eppure, dopo aver contribuito al progresso della nostra specie, siamo state messe da parte, si ricordano di noi solo quando si parla della riproduzione…
Beh, questo mi fa arrabbiare, mi fa uscire quella venetta di malefica streghetta che è in me e anche voi, donne, mai dovete pensare di essere il sesso debole, mai dovete smettere di arrabbiarvi quando tentano di paragonarvi ai vecchi, ai bambini o ai malati.
Non esiste una “condizione della donna” non siamo un gruppo a parte, NOI siamo l’umanità.
L’essere streghe consiste appunto nel riappropriarci della nostra dignità di donne, che possono permettersi di essere fragili, ma non deboli, sensibili, ma non fesse, intuitive, ma non stupide.
Ci sono donne che vengono picchiate, umiliate, violentate, derise e restano in piedi, per anni, riescono a crescere e a sopravvivere e spesso a non impazzire. A voi, che vivete in una di queste condizioni chiedo:
Quanti di questi mariti violenti, strafottenti, sopravvivrebbe solo un anno nelle vostre condizioni? Quanti di questi cosiddetti uomini che vi picchiano, vi umiliano vi rubano l’anima sopravviverebbero solo un giorno se facessero loro lo stesso?
A voi dico: Non pensate di essere deboli o di non poter fare qualcosa, qualsiasi cosa. Non restate con lui perché paga le bollette, non restate con lui perché altrimenti…cosa succederà? Qualunque cosa succeda siete più che capaci di affrontarla se siete sopravissute a lui. Ponetevi questa domanda: qualunque cosa possa accadere potrà essere peggio?
La rabbia di certi maschi che non sanno che il paleozoico è terminato, è solo paura, atavica paura, di chi vuole dominare ma sa che non può farlo; è la rabbia di chi sa che il potere di creare, di donare, di capire è nostro.
Alzate la testa donne, il burka, la segregazione, l’ignoranza, servono a nascondere la paura di coloro che ci temono perché siamo noi la forza del Creato, siamo noi le streghe.
A noi è stato dato il potere l’unico e solo potere che conta in natura DARE LA VITA.

Vista l'atmosfera di questi giorni su vari blog,( mi riferisco ai plagi!)
mi son ricordata di una cosa che vidi anni fa. A Bo dalle parti di via Sant' Isaia (non sarò più precisa per volontà!) c'era un negozio di oggetti un po' magici, gestito da due gentilissime signore ,sorelle, che erano anche un po' "streghette" ma di quelle buone (come noi). Non so se il negozio ci sia ancora...
Era una delle mie mete preferite ..c'erano sempre mille piccoli oggetti deliziosi , minerali, portafortuna e persino monili e oggettini anche costosi...una miriade e non c'era nessuna telecamera o teca protettiva . Solo un grande cartello con disegnato un bellissimo gatto nero dallo sguardo maliardo e una scritta :
"ATTENZIONE : rubare in un negozio stregato degli oggetti magici porta molta sf**a , è peggio di una jattura, pensateci!"
credo che nessuno abbia MAI rubato ...
consiglierei una scritta similare...
"ATTENZIONE : copiare e rubare foto o post da questo blog VI porterà molta sfortuna !"
che ne dite ? è un'idea "stregatta" ?

BENVENUTI!

Benvenuti o viandanti! Prego, fermatevi pure nel nostro magico antro, sedetevi e godete del nostro caldo focolare nelle freddi notti invernali o dell’ombra delle fronde all’ingresso della nostra grotta in cima al monte!
Ci sarà sempre ad attendervi una buona tisana o una zuppa rinvigorente…
Potreste fermarvi solo qualche ora o anche qualche giorno e divertirvi con noi ad ascoltare le tante storie che abbiamo da raccontare, frutto della nostra secolare esperienza di vita da Streghe.
Badate bene però! Siamo Streghe Bianche e aborriamo i sortilegi cattivi, i malocchi e tutta sta robaccia abominevole! Se siete in cerca di incantesimi che riducano zoppicante il vostro vicino, che facciano imbruttire la bella di turno, o, ancora, se siete alla ricerca della medicina miracolosa… siete NEL POSTO SBAGLIATO! Tutto quello che diciamo, raccontiamo, cuciniamo, consigliamo è solo per il nostro personale divertimento!!!
Non ci sogniamo nemmeno di sostituirci ai cerusici e ai medici dei villaggi!
Se ciò che vi affligge sono pene d’amore, da noi potrete trovare tutto il sostegno possibile, anche una spalla su cui piangere, ma nulla di più!
Lungi quindi da noi chiunque creda pedissequamente a tutto ciò che gli si dice… siamo stati dotati di una mente assai funzionante e quindi, dopo il momento ludico passato nella nostra grotta, se questo vi ha apportato giovamento e allegria, si torna con i piedi per terra, si appoggia la scopa nell’angolo d’onore della Cucina Stregata e si rivestono i panni di Donne e Uomini “moderni”… almeno fino al prossimo incontro! ^__^
Le streghe

I nostri fans!!

I piu' letti

amicici ...

"Tre volte miagola la gatta in fregola,
tre volte l'upupa lamenta ed ulula,
tre volte l'istrice guaisce al vento...
Questo è il momento.
Su via!
Sollecite giriam la pentola,
mesciamvi il circolo possenti intingoli:
sirocchie, all'opera!
L'acqua già fuma,
crepita e spuma.....
tu rospo venefico che suggi l'aconito,
tu, vepre, tu, radica sbarbata al crepuscolo
và, cuoci e gorgoglia nel vaso infernal.......
tu, lingua di vipera,
tu, pelo di nottola,
tu, sangue di scimmia,
tu, dente di bottolo,
và, bolli e t'avvoltola nel brodo infernal......
tu, dito di un pargolo strozzato nel nascere,
tu, labbro di un tartaro,
tu, cuor d'un eretico,
và dentro, e consolida la polta infernal.......
e voi, spiriti negri e candidi,
rossi e ceruli,
rimescete!"
voi che mescere ben sapete,
rimescete! riemescete!

(MacBeth-William Shakespeare)

A pesca nel calderone magico....

Si è verificato un errore nel gadget
Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può per tanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07.03.2001
L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione.
LE STREGHE