E' diritto e dovere di voi umani non dimenticare.
E' mio diritto e dovere come Drago di ricordare.

Legge n. 211 del 20 luglio 2000

Istituzione del "Giorno della Memoria" in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.

Art. 1
La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, e a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetti i perseguitati.

Art. 2
In occasione del "Giorno della memoria" di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico e oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere.
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addì 20 luglio 2000

Ho linkato il titolo per raggiungere il video originale del brano su YouTube.
Atmosfera magica e meravigliose immagini del mare.
Purtroppo il codice di incorporo è bloccato e non ci sono altri video, con una buona qualità del suono, validi.
L'originale è molto bello, lasciatevi trasportare dalla musica e dalle immagini, il significato del testo è, rispetto al resto, quasi banale.




Bellissima riflessione del capitano Alberto, in viaggio verso i Caraibi a bordo del Tobago, un Centurion 32, (ovviamente imbarcazione a vela) assieme a sua moglie Atziri.

Un bellissimo viaggio verso la libertà...
:o)




"Come un elastico si allunga o ritrae a seconda delle mie volonta’, come una pasta per bambini assume le forme che desidero; scatta veloce nei momenti di massima eccitazione,scorre placido come un fiume d’estate in quelli di relax. Posso appoggiarlo al suolo e lasciarlo aspettare fino a quando non mi ritorna la voglia di giocare con lui oppure gustarne lentamente i piaceri, riveverli, avvolgere e svolgere i miei ricordi sopra un foglio bianco in un continuo stato di pace, di calma,lentezza. E’ questo per me il primo gran piacere di un lungo viaggio in mare: la detemporizzazione della vita. A volte soffermandomi sul mare, sui suoi colori mi chiedo quale possa essere la differenza tra ora e mille anni fa, cosa sia cambiato da allora. Inganno il tempo e me stesso lasciandomi trasportare da questi pensieri, immaginandomi a bordo di un antico veliero oppure cercando di dimenticare per un attimo chi sono e da dove vengo, vivendo semplicemente l’ambiente, il mare, e cosi’ scopro l’eternita’. Capisco che la sua dimensione non ha nulla a che vedere con la mia, che io potrei morire e rinascere per altri mille anni ma non riuscirei mai a raggiungere una continuita’ come tale, nonostante i diversi venti,correnti,mesi dell’anno. Il mare e’ il sangue del nostro pianeta, non ha capo ne fine, e’ il collegamento tra tutti i continenti, tra tutte le specie, l’origine della vita; e’ un ciclo continuo che dura da milioni di secoli ed io uomo dagli anni contati ci galleggio sopra, inebriato dai suoi vapori antichi."


Il link al blog di Tobago Adventure

STREGHINE, DRAGHI E STREGONI A RAPPORTO,
ma ciaaaao scusate l'inizio così aggressivo, ma ho bisogno di tutti voi per una ricerca che stò facendo e che spero mi porterà a produrre il mio secondo libro.

Ho bisogno di informazioni per mail, blog, post, lettera o portato a mano, a cavallo o piccione viaggiatore insomma COME VOLETE, su tutto quello che riguarda le streghe nella vostra regione, nazione, città o quant'altro.
Le informazioni possono riguardare:
- posti fisici (es: nell'alto piano qui vicino c'è un posto che si chiama "buso dea strega" perchè...)MI SERVE ANCHE IL PERCHE' SI CHIAMA COSI', MI RACCOMANDO!
- tradizioni(es: non si deve lasciare il bucato steso di notte perchè le streghe impigliandosi si potrebbero arrabbiare con te)
- leggende
- modi di dire
- proverbi
e quanto altro possiate avere a disposizione.
Se mettete due righe in ognuno dei vostri blog riceveremo migliaia e migliaia di informazioni. Ci conto e aspetto speranzosa...
grazie e fine del messaggio di servizio.
Zia Lella

BENVENUTI!

Benvenuti o viandanti! Prego, fermatevi pure nel nostro magico antro, sedetevi e godete del nostro caldo focolare nelle freddi notti invernali o dell’ombra delle fronde all’ingresso della nostra grotta in cima al monte!
Ci sarà sempre ad attendervi una buona tisana o una zuppa rinvigorente…
Potreste fermarvi solo qualche ora o anche qualche giorno e divertirvi con noi ad ascoltare le tante storie che abbiamo da raccontare, frutto della nostra secolare esperienza di vita da Streghe.
Badate bene però! Siamo Streghe Bianche e aborriamo i sortilegi cattivi, i malocchi e tutta sta robaccia abominevole! Se siete in cerca di incantesimi che riducano zoppicante il vostro vicino, che facciano imbruttire la bella di turno, o, ancora, se siete alla ricerca della medicina miracolosa… siete NEL POSTO SBAGLIATO! Tutto quello che diciamo, raccontiamo, cuciniamo, consigliamo è solo per il nostro personale divertimento!!!
Non ci sogniamo nemmeno di sostituirci ai cerusici e ai medici dei villaggi!
Se ciò che vi affligge sono pene d’amore, da noi potrete trovare tutto il sostegno possibile, anche una spalla su cui piangere, ma nulla di più!
Lungi quindi da noi chiunque creda pedissequamente a tutto ciò che gli si dice… siamo stati dotati di una mente assai funzionante e quindi, dopo il momento ludico passato nella nostra grotta, se questo vi ha apportato giovamento e allegria, si torna con i piedi per terra, si appoggia la scopa nell’angolo d’onore della Cucina Stregata e si rivestono i panni di Donne e Uomini “moderni”… almeno fino al prossimo incontro! ^__^
Le streghe

I nostri fans!!

I piu' letti

amicici ...

"Tre volte miagola la gatta in fregola,
tre volte l'upupa lamenta ed ulula,
tre volte l'istrice guaisce al vento...
Questo è il momento.
Su via!
Sollecite giriam la pentola,
mesciamvi il circolo possenti intingoli:
sirocchie, all'opera!
L'acqua già fuma,
crepita e spuma.....
tu rospo venefico che suggi l'aconito,
tu, vepre, tu, radica sbarbata al crepuscolo
và, cuoci e gorgoglia nel vaso infernal.......
tu, lingua di vipera,
tu, pelo di nottola,
tu, sangue di scimmia,
tu, dente di bottolo,
và, bolli e t'avvoltola nel brodo infernal......
tu, dito di un pargolo strozzato nel nascere,
tu, labbro di un tartaro,
tu, cuor d'un eretico,
và dentro, e consolida la polta infernal.......
e voi, spiriti negri e candidi,
rossi e ceruli,
rimescete!"
voi che mescere ben sapete,
rimescete! riemescete!

(MacBeth-William Shakespeare)

A pesca nel calderone magico....

Si è verificato un errore nel gadget
Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può per tanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07.03.2001
L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione.
LE STREGHE